Approfondimenti

27 Mar 2020

Come fare una doccia mentale e recuperare l’equilibrio

È il periodo in cui le montagne russe emotive potrebbero essere più frequenti del solito, in cui l’ansia arriva e magari è più difficile da accogliere e far fluire.

È anche un momento in cui tante idee viaggiano nella mente: sul futuro, su ciò che saremo e su ciò che faremo alla fine di questo periodo.

E allora come fare una doccia mentale e recuperare l’equilibrio?

Leggi questo articolo se:

  • Hai bisogno di rallentare la mente e le emozioni
  • Hai voglia di ottenere maggior lucidità
  • Vuoi recuperare spazio mentale per le cose davvero importanti
  • Ecco una tecnica per farlo

L’inventore di questa pratica aveva già scritto nel nome il proprio destino: lui è James W. Pennabaker, un noto psicologo statunitense, insegnante all’Università del Texas, e la sua tecnica è quella della Scrittura Espressiva.

No! Ora mi fate tenere il diario della quarantena?

Tranquillo! Questa tecnica non ha niente dello stille di “Piccole Donne Crescono” e anzi per farla è necessaria una buona dose di coraggio e di voglia di scoprirsi.

Cosa serve:

Carta, penna, un timer ( va bene anche quello del telefono), un luogo abbastanza tranquillo e 15 minuti a disposizione.

Non cercate il miglior quaderno in papiro originale egizio perché altrimenti, arrivati all’ultimo step, potreste rimanerci male.

Ottimo se è di carta completamente bianca, se no va bene anche un classico blocco a quadretti o righe. Insomma uno di quelli che ci regalano alle convention aziendali e che di solito non sappiamo bene come utilizzare: è il loro momento.

Cosa fare

  1. Siediti nel tuo posto tranquillo e metti il timer a 15 minuti
  2. Inizia a scrivere qualsiasi cosa sia nella tua mente e nel tuo corpo: sensazioni, pensieri, dubbi, incertezze, fantasie, progetti, etc.
    Questa parte può destabilizzare perché non ci sono regole. Anzi ti consiglio di non curarti dell’ortografia o della punteggiatura. La scrittura deve essere un flusso di pensieri e sensazioni senza alcuna censura. Sospendi il giudizio come se fosse la penna a scrivere al posto tuo. Arriveranno pensieri conosciuti e pensieri sorprendenti, ci saranno momenti bui o momenti di luce. Quei 15 minuti sono l’investimento più importante che puoi concederti in questo momento.
    Non fermarti: se non sai cosa scrivere riporta l’attenzione al corpo e scrivi cosa senti, non aver paura di ripeterti, scrivi anche che non sai cosa scrivere. È fondamentale farlo per almeno 15 minuti senza interruzione perché solo così questa tecnica si esprime in tutta la propria efficacia.
  3. Quando il timer suona, puoi decidere di andare avanti, altrimenti posa la penna, respira e adesso decidi se rileggerlo o lasciare tutto lì. Il nostro amico Pennabaker ci consiglia di buttare tutto appena terminato il tempo ma se sei un amante dell’archiviazione puoi anche conservarlo.

Benefici

  • Fa pulizia mentale
  • Favorisce insight 
  • Migliora la gestione emotiva 
  • Scarica le tensioni
  • Ferma il dialogo interno

Se fai quello che ti abbiamo consigliato la tua mente riporrà tutto il necessario su quel foglio e te potrai riprendere la tua giornata alleggerito e pieno di energia.