Approfondimenti

8 Set 2014

Lo scopo nel Coaching. Quanto puoi volare in alto?

coaching obiettivo scopo azioneL’estate o i momenti di pausa durante l’anno sono ottime occasioni per concedersi di volare in alto. Non solo per raggiungere località di vacanza dove ricaricare le batterie, ma anche per cambiare prospettiva e pensare a ciò che ci interessa in profondità. Qual è lo scopo per cui ti muovi, fai, progetti ogni giorno?

In questo post spieghiamo perché lo scopo riveste un’importanza cruciale nel coaching e come utilizzarlo per indirizzare al meglio la tua vita.

Finalmente sei riuscita/o ad avere una pausa e a trovare un po’ di tempo per te, per pensare a quanto hai fatto finora e a ciò che ti aspetta nei prossimi mesi.

Per alcuni può essere il momento buono per riflettere su cambiamenti di lungo respiro nella carriera o nella vita privata. Perché quando siamo presi dagli impegni quotidiani è facile ragionare in una prospettiva di breve termine, ma quando abbiamo più tempo per noi possiamo innalzarci, volare più in alto e guardare la nostra vita da lassù. E darsi l’opportunità di pensare nel lungo periodo, quello in cui emerge il valore di ciò che facciamo e qual è il fine di tutto.

Perché è importante riflettere sullo scopo? Capire quali sono i nostri desideri profondi, ciò che conta di più per noi, è importante per indirizzare le azioni del quotidiano.

Senza questa bussola rischiamo che le urgenze della vita di tutti i giorni prendano il sopravvento su ciò che è davvero importante. O peggio, possiamo scambiare per cose importanti, ciò che in realtà non lo è.

In tal modo potremmo decidere di non dedicare più tempo e risorse ad attività che prima davamo per scontate. Oppure di non dare peso a discussioni che prima succhiavano il nostro benessere emozionale. Immagina la leggerezza che tutto ciò può produrre e le nuove risorse che si mettono in moto.

E’ tutta una questione di prospettiva: quanto dentro sei ai tuoi problemi? Sei tu che li gestisci o loro che stanno gestendo te?

Per essere soddisfatti bisogna prendersi il tempo per ragionare sullo scopo: ciò significa mandare avanti il film. Ed ecco 2 domande che ti aiutano a progettare il futuro a lungo termine che desideri per te.

  • Cosa vuoi fare tra 5 anni?
  • Chi vuoi essere tra 5 anni?

Di solito non ci poniamo queste domande. E’ più comune chiedersi cosa faremo nei prossimi mesi o nel prossimo anno. Allungare la prospettiva permette di vedere la nostra vita diversamente e far emergere gli scopi sottostanti.

OK. Troppo difficile rispondere?

Allora puoi cominciare con queste altre domande e poi tornare alle precedenti:

  • Cosa ti piace fare?
  • Cosa vuoi fare?

Buon volo!

Se hai trovato interessante questo articolo dai un’occhiata anche ai seguenti:

– Cos’è e come funziona il Coaching

Coaching corso base

– Career coaching

Leave a Reply